La lunga marcia del Destino

Un Colpo Perfetto

Passano cinque giorni alla casa Torre dove il gruppo si è rifugiato. Qualcuno sta sempre di guardia in cima all’edificio. Per una volta tutto sembra quasi tornato alla normalità. Ser Chuck si addestra a cavallo, Nobo gira in cerca di piante, tutti in ogni caso si riposano, sicuri di aver bisogno di guarire le ferite e prepararsi al futuro imminente, come nella classica quiete prima della tempesta. La scena della pantera ombra rimane ancora avvolta nel mistero. Il fattore Raeghar vede di rendere più sicure le stalle e inizia a prendere confidenza con il gruppo, curando le numerose ferite di Chuck e parlando della sua famiglia. Ogni giorno va nell’orto che tiene segreto, preparando semplici pasti con vegetali e anche un capriolo cacciato con grande fortuna.
Al quinto giorno vengono avvistati soldati diretti verso la casa Torre da sud. Raeghar è nei campi vicino alla strada e vedendo i soldati inizia a fuggire verso la casa. Un dardo di balestra lo raggiunge ad una gamba bloccandolo sul posto. Dennett è sulla torre di guardia insieme a Finn e Asi. Nobo sta tornando dal fiume con una pianta di aloe ritrovata là, mentre ser Chuck si sta addestrando a cavallo contro un manichino.
Alcuni soldati escono dal bosco verso la strada e circondano il pover Raeghar, mentre Dennett da l’allarme agli altri. Alcuni soldati portano insegne gialle e blu, e sono comandati da un cavaliere in armatura pesante a cavallo. Sembrano parlare al fattore che dopo poco, terrorizzato, sembra indicare il suo edificio prima di essere trapassato da parte a parte da una lancia di uno dei soldati.
Dennett, inferocito per l’accaduto, tende l’arco lungo a più non posso e scaglia una freccia verso il cavaliere che sembra il comandante di questo manipolo.
La freccia vola veloce e coglie l’armatura del cavaliere alla schiena, penetrandola come burro con una piccola scintilla, ficcandosi in profondità. Il cavaliere sobbalza per un attimo accasciandosi quindi sulla sella e in un secondo tempo cade al suolo rimanendo con un piede nella staffa. Gli altri soldati, presi alla sprovvista, iniziano a ritirarsi nel bosco lì vicino. Uno di loro viene raggiunto da altre due frecce di Dennett che lo inchiodano al suolo. Alcuni balestrieri appostati cercano di tirare all’arciere, ma i colpi non raggiungono nemmeno la torre.
Tutto il gruppo intanto è rientrato in casa e ha barricato le entrate. Finn scende dalla torre e si rintana in una stanza, in meditazione, con Asi a guardia. Tramite i suoi misteriosi poteri riesce ad entrare nella pelle del magnifico destriero del cavaliere morto. Intanto dal bosco alcuni soldati escono con gli scudi alzati per tentare di portare indietro il cadavere del cavaliere, che intanto ha perso elmo e scudo e si è staccato dalla sella del cavallo cadendo per terra. Dennett li prende di mira, ma le sue frecce si infrangono sugli scudi. Uno dei tre scappa impaurito, uno si ferma e un’altro, forse lo scudiero del ser deceduto, è deciso a portare indietro il suo corpo nonostante tutto. Raggiunge il cadavere mentre una freccia gli colpisce il petto. Spinto da una incrollabile volontà riesce comunque molto lentamente a trascinare il cadavere verso folto del bosco, graziato dall’arciere che non essendo più convinto delle proprie azioni sbaglia qualche colpo.
Altri soldati all’ultimo escono e portano via il corpo del ser. Balestrieri che hanno aggirato la zona e si sono avvicinati alla torre da nord lanciano qualche dardo da distanza più ravvicinata, mancando tuttavia Dennett che è ben protetto dai merli della torre.
Dopodichè sembra che i soldati si ritirino. Il Destriero controllato da Finn viene condotto nelle stalle. Passano 40 minuti e tutto tace. Nobo esce dalla casa e si dirige verso il cadavere di Raeghar, portandolo indietro. Gli altri si avvicinano al destriero trovando finimenti e armi molto preziose. Cesellato sulla sella il simbolo del cavaliere (una metà raffigura tre cani neri su sfondo giallo, l’altra una luna d’argento su sfondo blu), e il suo nome: “Ser Mandorn Cley”.

Comments

Joaoperru

I'm sorry, but we no longer support this web browser. Please upgrade your browser or install Chrome or Firefox to enjoy the full functionality of this site.