Nobo

Combattente Bravoosi

Description:
Bio:

Iacinto Valeas l’Astuto: Oggi dopo tanti anni anni di attesa è finalmente nato il mio legittimo erede Ramon Valeas.
Ieri pensavo che oggi sarebbe stato un giorno di gioia e non vedevo l’ora di essere qui seduto nel mio studio e poter scrivere il resoconto di una giornata memorabile… già una giornata che difficilmente dimenticherò e che poco ha avuto di memorabile!
Avevo appena finito il mio allenamento mattutino quando mi è arrivata la notizia della nascita di mio figlio: non potevo crederci finalmente dopo troppe figlie mi era stata concessa la possibilità di continuare la tradizione.
Poi senza accorgermene ho iniziato a correre come un pazzo e quando ho smesso ero in un stanza sconvolta dal caos con donne che gridavano, altre che correvano e sopra ogni ogni cosa un fortissimo odore di sangue, che mi riportava alla memoria alcuni dei miei combattimenti più memorabili in cui il mio avversario era crollato a terra in una pozza di sangue nerastro.
Come avrei voluto essere nel bel mezzo di un combattimento!
E invece ero in casa mia di fronte alla mia quinta moglie, l’unica che a quanto mi era stato detto fosse stata in grado di darmi un erede maschio e dell’erede neanche l’ombra.
Ricordo ancora il volto stralunato della serva quando chiesi dove si trovasse mio figlio, come se non avessi già capito che mia moglie era morta.
Certo ci sarebbe stato tempo per rimpiangerla ma ora dovevo trovare mio figlio e la pazienza per trattare con delle donne isteriche la avevo persa da tempo… onestamente non so cosa avrei fatto se non fosse intervenuta Penelope.
Teneva in braccio due neonati e mi disse qualcosa del tipo che avevo atteso tanto ma che ero stato ripagato abbondantemente.
Nella storia della nostra famiglia è riportato solo un caso in cui nacquero due gemelli: Ramon e Angel (pronuncia Anghel, ndm) portarono solo sventura e tragedia in una cruentissima lotta per la successione, poi non ci furono più altri casi fondamentalmente perché chi, tra i miei predecessori, si trovò nella mia situazione attuale optò per il sacrificio di uno dei due ed ecco risolto il problema gemelli.
Ma come avrei potuto sacrificare uno dei miei figli?
Specie dopo la morte di mia moglie?
Penelope aveva già capito cosa stessi pensando, in fin dei conti era la mia figlia preferita non solo perché abilissima nella spada, cosa rara per una donna, ma perché in grado di capirmi con un singolo sguardo.
Dovevo decidere e dovevo decidere subito, se avessi lasciato trascorrere il tempo questi avrebbe deciso per me e ancora una volta i Valeas avrebbero annoverato una coppia di gemelli come eredi.
Capii subito che non sarei riuscito a sacrificarlo e allora decisi che lo avrei portato al tempio, dove la gente generalmente si reca per morire e dove un giorno sarei tornato per riposare.
Presi uno dei neonati e iniziai a correre perché se mi fossi fermato anche solo per un istante sapevo non sarei riuscito a portare a termine quanto deciso.
Quanto ho corso in un giorno in cui avrei dovuto passeggiare!

Iacinto Valeas l’Astuto: Oggi mio figlio Ramon Valeas il Ràpido ha dimostrato tutta la sua abilità in combattimento tanto da meritarsi il nomignolo di Ràpido e ora posso finalmente riposare sapendo di aver un erede capace di tramandare il nome di famiglia.

Nobo: Non capisco come Penelope riesca a sopportare quella copia incapace di Ramon. Perché è bravo con la spada? Perché si pavoneggia?
Se avessi ancora il suo volto sono certo la gente riderebbe di me!
Penelope mi è sempre stata vicina nonostante tutto e nonostante l’addestramento, sono certo che senza di lei avrei avuto un destino diverso e probabilmente poco piacevole!
Certo per anni mi sono chiesto come sarebbe stato bello se Iacinto avesse scelto l’altro e non me… ma non si può cambiare il passato… il futuro invece…
c’è un volto che ho promesso di indossare di nuovo un giorno…
potrò farlo, mi è stato promesso, ma per poter realizzare quel sogno dovrò eliminare qualche ostacolo!
Non posso pensare che tutti gli insegnamenti di Penelope siano stati vani!
Sotto sotto sono certo che anche lei avrebbe desiderato che quel giorno fosse stato l’atro ad abbandonarla! D’altronde come si può sopportare una persona tanto piena di se!
Ieri non sono stato in grado di porre freno al mio desiderio di ridicolizzarlo e ho agito in modo inadeguato lasciando troppo spazio alle emozioni, dopo anni di addestramento avrei dovuto agire diversamente e invece…
Lo ammetto è stato proprio facile drogare il vino che poi ho avuto l’ardire di servire personalmente al signorino Ramon proprio nel giorno dedicato ai festeggiamenti per la sua successione come nuovo maestro.
Il maestro non sa riconoscere droghe e veleni?
Il maestro ha una crisi di panico e crea un casino terrificante con tanto di morti tra gli invitati?
E dire che volevo solo fargli fare una figuraccia in un giorno speciale…
Ma proprio non riesco a dispiacermi per l’accaduto, anzi so che se non fosse intervenuta Penelope, la copia incapace ora sarebbe riversa in una pozza di sangue!
Al contrario temo di aver deluso profondamente Penelope!
Cioè esattamente quello che volevo evitare!
Domani parto per Westeros, ho bisogno di spazio e tempo e una missione in terra straniera é quello che ci vuole…

Nobo

La lunga marcia del Destino Alle